SILVIA AMODIO “Alimenta l’amore” HUMANDOG

Si inaugura giovedì 19 maggio e resterà esposta fino al 19 giugno  nel  Cortile della Rocchetta del Castello Sforzesco di Milano, la straordinaria Mostra fotografica della fotografa Silvia Amodio. 

La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle ore 7.00 alle ore 19.00

Dotata indubbiamente di una sensibilità speciale, Silvia Amodio, propone un nuovo lavoro fotografico frutto di un progetto particolarmente attento al rapporto tra l’uomo e il proprio cane. L’artista già ampiamente apprezzata, anche in questa  nuova  mostra riesce ad evidenziare la forza dell’amore attraverso un rapporto di amicizia che assume dimensioni poetiche e particolarmente emozionanti. Silvia riesce ad unire alla perfezione la passione con la professione, l’anima con l’arte, ed il risultato ancora una volta è  particolarmente gradevole e coinvolgente. L’esposizione appare come ricerca inconografica contemporanea che consente riflessioni profonde sul senso dell’amore, della  famiglia, della  solitudine, della compagnia, della fedeltà, un panorama umano che Silvia riesce magicamente a far convergere nel suo particolare e riconoscibile stile, come un marchio di fabbrica costruito attraverso un cuore speciale e abituato ad “osservare”,  “sentire” e “raccogliere”, le emozioni altrui , come accadde nei famosi scatti dedicati al popolo del Burkina Faso.

Silvia Amodio è sempre una piacevole sorpresa, un benefico viaggio emozionale attraverso l’arte della fotografia.”

Alberto Moioli 

 

Comunicato stampa

Il 13 e il 14 febbraio Coop Lombardia, La lega Nazionale del Cane e Radio Bau di Radio Montecarlo, con il patrocinio del Comune di Milano, hanno lanciato l’idea di un set fotografico per celebrare la giornata degli innamorati, il cui protagonista assoluto era il cane.

35 - elena malossini-600-ModificaCentinaia di persone hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa, ospitata nella romantica cornice del Castello Sforzesco, sfilando con il proprio fedele (è il caso di dirlo) amico a quattro zampe. Il risultato sono oltre 140 fotografie catturate dallo stile inconfondibile e sensibile della fotografa giornalista Silvia Amodio, un’autrice nota per l’impegno sociale e i progetti zooantropologici. Ed è proprio al Castello Sforzesco, nella bellissima cornice del Cortile della Rocchetta, che vogliamo restituire una selezione di questi scatti. Il lavoro completo sarà pubblicato in un catalogo arricchito da alcuni testi tra i quali quelli di Moni Ovadia, di Roberto Marchesini, Elio Fiorucci e di Chiara Oggioni Tiepolo.

Si tratta di un vero e proprio censimento che racconta la presenza trasversale del cane nelle nostre famiglie. Il lavoro offre proprio lo spunto per riflettere anche sull’idea di famiglia, un tema attuale in questo momento, il cui più profondo significato si può sintetizzare osservando questi scatti, in un’idea di amore e di rispetto reciproco.  Persone single, anziani, famiglie composte da persone dello stesso sesso e famiglie “tradizionali” sono state al gioco raccontandoci la loro versione dell’amore. Una carrellata di fotografie divertenti ma che danno corpo ad un progetto tutt’altro che superficiale e che racconta una relazione, quella tra l’uomo e il cane, che dura da oltre 15 mila anni. Troppo spesso ci dimentichiamo del ruolo che il cane ha avuto nella nostra evoluzione culturale.

29 - paola mezzadra-536-ModificaCon questo lavoro vogliamo rendergli omaggio e ricordare che rispettare gli altri viventi e prendersi cura dell’ambiente – di cui dobbiamo essere i custodi e non i saccheggiatori – significa prendersi cura di noi stessi.

In occasione della mostra saranno presentate anche le tavole che i ragazzi della Scuola del Fumetto di Milano hanno realizzato appositamente per questa iniziativa sul tema dell’abbandono. I lavori più interessanti diventeranno la campagna che la Lega Nazionale per la Difesa del Cane utilizzerà per contrastare questo triste fenomeno.

 

Secondo l’ultimo rapporto Eurispes, il 43,3%, degli italiani vive con un animale domestico, per la maggior parte cani (60,8%) e gatti (49,3 %), che sono considerati membri della famiglia a tutti gli effetti. Nonostante la crisi, i proprietari spendono molto per i propri amici a quattro zampe, tanto da rendere il settore del pet food un vero e proprio business che riempie le pagine dedicate all’economia. Le complesse dinamiche che regolano il rapporto tra l’uomo e gli animali è un fenomeno che merita la nostra attenzione, soprattutto in una grande città come Milano, dove la convivenza tra cittadini e quattrozampe non è sempre facile. E se da una parte amare gli animali, avere rispetto e compassione per loro è un atteggiamento giusto, dall’altra questo non può prescindere dal rispettare la natura e la specifiche individualità di ciascuno.

Il legame con il cane in particolare, si perde nella notte dei tempi, si è rafforzato nei millenni e oggi è solido più che mai. In questo progetto fotografico il cane è testimone di una società che cambia e che si trasforma velocemente. Sono sempre più numerosi i single che vivono in compagnia di un animale, le coppie che dopo un divorzio gestiscono il cane e/o i figli allo stesso modo e gli anziani che, rimasti soli, hanno come unico riferimento affettivo proprio un pet e per loro questo rappresenta l’idea di famiglia.

In collaborazione con Radio Bau di Radio Montecarlo e con la Lega Nazionale del Cane.

Per Info: ufficiostampa@lombardia.coop.it,

redazioneweb@legadelcane.org,

ALIMENTA L’AMORE

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *