Forti emozioni alle “Periferie dell’anima”

Tre giornate,  10.11.12 Luglio 2015, tre personaggi straordinari, Vincenzo Zitello, Gaetano Orazio e Alberto Casiraghy, il tutto in un luogo ormai diventato magico, le Scuderie di Villa Borromeo  d’Adda.

Periferie dell’anima è stato un evento sicuramente memorabile sia  per chi ha rivestito  il ruolo di spettatore  sia  per chi ha collaborato nella  cura di ogni dettaglio.

Il grande pubblico presente non si è mai fatto scoraggiare dal caldo torrido di questi giorni di Luglio riempiendo così il cortile interno delle Scuderie ad ogni evento.

La  mostra di Gaetano Orazio “minima antropica” ha fatto da autorevole cornice ad ogni evento a partire dall’apprezzatissimo concerto di Vincenzo Zitello dal titolo “Talismano”.
Due arpe, una celtica e una bardica, una serata resa magica dalle luci e dalle note del musicista accompagnata dagli scroscianti applausi  del pubblico che ha riempito ogni angolo della sala ed hanno così aperto la serie d’eventi programmati con grande stile. Tutti  in piedi a scattar foto con i cellulari quando ha eseguito  un brano suonando le due arpe  in contemporanea.

11741239_410834375775902_5560478251781299018_o

Sabato 12, nel pomeriggio si è svolto invece l’incontro con Gaetano Orazio, il pubblico ha  particolarmente gradito la nuova formula volutamente  informale ideata per abbattere ogni barriera tra Arte e Pubblico, dunque nessun palco, microfono, un simbolico tavolo attorno al quale  oltre sessanta persone in cui tutti sono stati protagonisti, coinvolti nel dibattito e nella composizione di un lungo disegno collettivo. Particolarmente affascinante anche l’intervento di Moreno Pirovano con una particolare performance musicale/teatrale.

Domenica 13 è stato il momento dell’incontro con Alberto Casiraghy editore dei celebri “librini” Pulcinoelefante ma anche poeta, pensatore e molto altro. Alberto si è seduto al tavolo accanto ad Alberto Moioli e Gaetano Orazio avvolti in un ipotetico ma quanto mai straordinario abbraccio del pubblico intervenuto anche in questa occasione molto numeroso, tutti affascinati dalle parole e dalla leggerezza del pensiero di un uomo straordinariamente semplice e profondo al tempo stesso. Un pomeriggio insolito che ha offerto emozioni continue con l’intervento a sorpresa di scrittori e personaggi incredibili, fino all’improvvisa e apprezzatissima performance canora di Maria Elena Danelli che ha intonato per tutti i  presenti una toccante “Fratello Sole Sorella Luna”……

La manifestazione non poteva chiudersi che con una  ciliegina sulla torta offerta dall’Assessore alla Cultura Paola Palma che ha aperto Cappella  Vela per la straordinaria occasione.  E proprio all’amministrazione Comunale a partire dal Sindaco Rosalba Colombo va fatto un particolare ringraziamento pubblico in virtù della passione e della continua scommessa con il mondo della cultura e dell’arte, una scommessa che in virtù della risposta di pubblico e critica è ampiamente vinta.

All’evento hanno preso  parte anche alcune allieve  dei licei artistici  del territorio, Ipsia di Lissone, ISA di Monza e Amedeo Modigliani di Giussano. L’esperienza vissuta a diretto contatto con gli artisti, il curatore e l’amministrazione è stata affascinante e le ragazze hanno dimostrato un particolare senso di responsabilità, professionalità e simpatia, onore al merito dunque anche a Arianna Olper, Elisa Andreotti, Benedetta Usuelli, Michela Ferrari, Martina Visentin e Giorgia Moioli.

Grazie a tutti.

Alberto Moioli

il cittadino 25 luglio 2015

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *